Procedure

Operazioni con Parti Correlate


La Società ha adottato una Procedura per le Operazioni con Parti Correlate (Procedura OPC), la cui versione aggiornata è stata approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 13 novembre 2014.
La Procedura OPC individua i principi a cui la Società si attiene al fine di assicurare la trasparenza e la correttezza sostanziale delle operazioni realizzate con parti correlate.
Sono Operazioni con Parti Correlate (OPC) i trasferimenti di servizi, risorse e obbligazioni tra parti correlate, indipendentemente dal fatto che sia pattuito un corrispettivo.
La nozione di “Parte Correlata” contenuta nella Procedura OPC rispecchia quella del Regolamento Consob, che a sua volta si ispira allo IAS 24.

Procedura Operazioni con Parti Correlate.pdf
 

 

Informazioni Privilegiate


La Società si è dotata di un Regolamento per la gestione interna e la comunicazione all'esterno di informazioni di natura privilegiata con l'obiettivo di assicurare il rispetto degli obblighi di riservatezza previsti dalle disposizioni di legge, monitorare l'accesso e la circolazione delle informazioni che sono o potrebbero divenire informazioni privilegiate e garantire una comunicazione al pubblico delle stesse secondo criteri di trasparenza, tempestività e non selettività, in conformità alle disposizioni di legge e regolamenti vigenti. 
La Società ha inoltre adottato una procedura per la tenuta e l'aggiornamento del Registro delle persone che, in ragione dell'attività lavorativa o professionale ovvero delle funzioni svolte per conto della Società o di società controllate, hanno accesso su base permanente od occasionale a informazioni privilegiate riguardanti la Società.

Regolamento Informazioni Privilegiate

Procedura per la tenuta del Registro Insider