Back
11 giugno 2012

SFILATA AL MUSEO LOUVRE

Un evento esclusivo, realizzato nell’imponente e suggestiva cornice del Louvre: Salvatore Ferragamo presenterà infatti il 12 giugno prossimo, nelle prestigiose sale del museo parigino, la collezione Resort 2013 disegnata da Massimiliano Giornetti.

I capi della Maison fiorentina sfileranno sull’inconsueta passerella di 140 metri allestita sotto le sontuose arcate del Peristilio Denon. L'elegante e sofisticata location è stata scelta per enfatizzare una collezione che fa dello stile e della raffinatezza la sua massima espressione. La sfilata sarà seguita da un’esclusiva cena nella Piramide e da una visita privata al Museo.

“Siamo molto emozionati per questa grande opportunità - commenta Ferruccio Ferragamo, Presidente del Gruppo Ferragamo. - È la prima volta che il Museo concede i suoi interni per un defilé e siamo orgogliosi di poter far vivere il nostro stile italiano e la nostra storia in una cornice spettacolare ed eccezionale come quella del Louvre. Stiamo lavorando affinché il risultato sia perfetto, perché questa è davvero un’occasione unica.”

Il celebre marchio del lusso “made in Italy”, uno fra i più importanti e conosciuti a livello internazionale, è già presente al Louvre in qualità di sponsor unico della mostra “Sant’Anna - L’ultimo capolavoro di Leonardo da Vinci”, realizzata per celebrare il recente restauro de “La Vergine col Bambino e Sant'Anna”, il famoso dipinto ad olio del genio italiano.

L’esposizione, che rappresenta un prestigioso connubio fra moda e cultura e che rimarrà aperta fino al prossimo 25 giugno 2012, ha già superato i 200.000 visitatori, confermandosi come uno degli eventi più importanti realizzati dal Museo negli ultimi anni.

“Questa mostra riunisce, per la prima volta dopo la morte di Leonardo da Vinci, tutti i documenti oggi sparsi permettendo così di comprendere l'affascinante genesi dell'opera d'arte restaurata - aggiunge con soddisfazione il presidente del Louvre Henri Loyrette. - Ringrazio quindi lo sponsor di questo evento, Salvatore Ferragamo, senza il cui supporto non avremmo potuto far rivivere per questi tre mesi l'atelier del più grande maestro del Rinascimento italiano.”

Visualizza PDF (28 KB)