Comitato Controllo e Rischi

Il Comitato Controllo e Rischi attualmente in carica è stato costituito dal Consiglio di Amministrazione in data 20 aprile 2018,  in conformità con le disposizioni del Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana S.p.A..In data 18 giugno 2019 il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di determinare in quattro il numero dei componenti di tale Comitato e di nominare, con efficacia immediata, il Consigliere Lidia Fiori quale componente del Comitato Controllo e Rischi in aggiunta ai Consiglieri Marzio Alessandro Alberto Saà, Chiara Ambrosett e Umberto Tombari . Ad oggi, pertanto, il Comitato Controllo e Rischi è composto da quattro Consiglieri non esecutivi e indipendenti nelle persone di Marzio Alessandro Alberto Saà (Presidente), Chiara Ambrosetti, Lidia Fiori e Umberto Tombari.

Il Comitato Controllo e Rischi, nell'ambito della sua attività di supporto al Consiglio di Amministrazione, esercita i seguenti poteri:

  • valuta, unitamente al dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, sentiti il revisore legale e il Collegio Sindacale, il corretto utilizzo dei principi contabili e, nel caso di gruppi, la loro omogeneità ai fini della redazione del bilancio consolidato;
  • esprime pareri su specifici aspetti inerenti alla identificazione dei principali rischi aziendali;
  • esamina le relazioni periodiche, aventi per oggetto la valutazione del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi e quelle di particolare rilevanza predisposte dalla funzione internal audit;
  • monitora l'autonomia, l'adeguatezza, l'efficacia e l'efficienza della funzione di internal audit;
  • può chiedere alla funzione di internal audit lo svolgimento di verifiche su specifiche aree operative, dandone contestuale comunicazione al presidente del collegio sindacale;
  • supporta, con un’adeguata attività istruttoria, le valutazioni e le decisioni del Consiglio di Amministrazione relative alla gestione di rischi derivanti da fatti pregiudizievoli di cui il Consiglio sia venuto a conoscenza, ivi inclusi i rischi che possano assumere rilievo nell’ottica della sostenibilità nel medio-lungo periodo dell’attività della Società;
  • supervisiona le questioni di sostenibilità connesse all’esercizio dell’attività svolta dalla Società e alle sue dinamiche di interazione con tutti gli stakeholders;
  • riferisce al Consiglio, almeno semestralmente, in occasione dell'approvazione della relazione finanziaria annuale e semestrale, sull'attività svolta nonché sull'adeguatezza del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi.

Il Comitato Controllo e Rischi svolge inoltre le funzioni di Comitato competente per le operazioni con parti correlate.