Back
12 gennaio 2020

SFILATA UOMO AI 20

Per il ritorno di Salvatore Ferragamo nel calendario maschile delle sfilate milanesi, il Direttore Creativo Paul Andrew intraprende un’esplorazione ironica delle identità maschili, sempre più fluide e mutevoli. 

“Per la prima sfilata del decennio” – spiega Paul Andrew – “Abbiamo usato il linguaggio della moda per rispondere a una semplice domanda: cosa significa essere uomo nel 2020? Siamo partiti da sei archetipi: Businessman, Biker, Pilot, Sailor, Soldier e Surfer. Li abbiamo poi vestiti utilizzando l’artigianalità e l’approccio anticonformista di Ferragamo. Pur mantenendo l’estetica dell’uniforme l’idea è stata quella di sovvertirne i canoni, usando materiali dalla texture lussuosa e mescolandone i tratti tipici. Gli abiti ci definiscono; ma se scelti con criterio e senza inibizioni sono uno strumento per sperimentare, evolvere e trasformare. Se nella moda femminile questo concetto è più scontato non lo è altrettanto per l’uomo. Per questo ho voluto liberarlo da un’identità univoca: può avere tante sfaccettature e può cambiare, sempre. È la libertà, che vogliamo esplorare in questi anni ‘20”. 

Calzature 
Fedele alla filosofia di Ferragamo toe-to-head, la collezione parte dalle calzature. Un focus sui biker boot con tomaia in pelle e gambale nei tessuti del rtw; mocassini dalla suola con triplo guardolo e morsetto con maxi-borchia centrale. Infine, gli stivali ibridi ispirati a uno storico modello Ferragamo del 1949: un Chelsea boot allacciato, con suola alta in gomma, effetto carro armato con tagli laterali.  

Accessori 
La linea “Tornabuoni” si arricchisce di una week-end bag e di una camera bag. Anche duffles in leggerissimi tessuti da tappezzeria, tote bags a trama larga intrecciate a mano, con cinture coordinate: una nuova fibbia Gancini con borchia quadrata. Infine, immancabili occhiali da sole con finitura in pelle. 

Abbigliamento 
Nel RTW, i classici d’ordinanza dei sei archetipi sono reinterpretati in veste sensuale e ricercata. I capi vengono mixati per creare outfit che sfuggono a ogni categorizzazione: abiti da eroi per antieroi di oggi.  

Il primo look si compone di peacoat in tweed scozzese (Sailor) a spina di pesce (Businessman) con doppia piega sul davanti ispirata al beachwear giapponese degli anni Ottanta (Surfer) e abbinato a leggings double face in seta e lana. La tuta in pelle (Pilot) è indossata con un maglione a coste (Sailor) e un gilè con tasca centrale (Surfer). I capi con stampa camouflage (Soldier), in rosso scuro e verde oliva, celano una fantasia a palme (Surfer) e insieme al soprabito in tweed (Businessman) creano un ulteriore contrasto. La vasta offerta mix-but-not-match di Salvatore Ferragamo comprende inoltre pantaloni con chiusura in velcro (Surfer) e capi in pelle di vitello pieno fiore (Biker).  

La collezione Uomo Autunno/Inverno 2020 è costruita da un mix di ispirazioni e di identità. 

Visualizza PDF (145 KB)